FESTIVAL DELLA RISATA – Edizione 2021 – Events and Executive

FESTIVAL DELLA RISATA – Edizione 2021

FESTIVAL DELLA RISATA 2020
13 Febbraio 2020
FESTIVAL DELLA RISATA 2021
20 Maggio 2021

FESTIVAL DELLA RISATA – Edizione 2021

BANDO PER IL WORKSHOP

“RIDE BENE CHI RIDE… QUI” – PRIMA EDIZIONE

Il FESTIVAL DELLA RISATA, organizzato dalla Associazione Culturale E&E Events and Executive nelle persone delle organizzatrici Elisa D’Agostino e Erika Citti, con il sostegno del Comune di Lucca della Fondazione Banca del Monte di Lucca e della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, nell’ambito della II° edizione del Festival della Risata apre il Bando per partecipare al workshop “Ride bene chi ride…qui”. 

Finalità e obbiettivi del progetto formativo

1. Il corso si rivolge ai comici o emergenti comici o aspiranti comici residenti in Italia, senza limiti di età, che hanno la passione per la comicità. 

2. Alla fine del corso ogni studente elaborerà uno sketch comico che potrà interpretare o fare interpretare da un altro studente, nei luoghi e nelle modalità indicate successivamente.

3. Il corso, in presenza con svolgimento nella città di Lucca,  sarà suddiviso in n. 3 giornate (21-22-23 Maggio 2021) di 24 ore totali di lezione frontale (distribuite nelle giornate del workshop) e con partecipazione durante il pomeriggio del 22 Maggio all’incontro con un comico di rilevanza nazionale.

4. Le lezioni saranno saranno svolte dal comico Matteo Cesca, dall’autore Vanni Baldini e dall’attrice Chiara Spoletini di cui i curricula vitae a seguire nel presente bando..

5. Le lezioni saranno tutte organizzate e coordinate da Matteo Cesca.

6. Per partecipare ogni allievo deve inviare : 

modulo di iscrizione compilato e sottoscritto;

-copia del documento d’identità;

-lettera motivazionale divertente e simpatica;

e deve presentarsi al casting online il giorno 7 maggio (le cui modalità saranno comunicate per email ai vari richiedenti) o al casting in presenza il giorno 8 maggio c/o l’Auditorium della Fondazione Banca del Monte di Lucca, indicando la preferenza nel modulo di iscrizione. 

Tutto il materiale dovrà essere inviato entro il 30.04.2021 ore 23:59, all’indirizzo info@eventsandexecutive.com

7. I posti disponibili al corso sono 15. Coloro che saranno ammessi- in seguito a valutazione da parte degli insegnanti- saranno notiziati dell’ammissione entro il giorno 9.05.2021 ore 23:59).

8. Il corso è gratuito, salvo un piccolo contributo per le spese di segreteria ammontanti a € 45,00 che dovranno pervenire al momento dell’ammissione su conto corrente dell’Associazione.

9. Qualora per ragioni contingenti legati all’emergenza sanitaria sia impossibile viaggiare o svolgere lezioni in presenza, sarà aperta una piattaforma Zoom per le lezioni, mentre sarà posticipato l’incontro con il comico nazionale.

10. Per ulteriori informazioni, scrivere a info@eventsandexecutive.com

Contenuti del progetto formativo

Se fai ridere gli amici durante le cene, i colleghi nelle ore di lavoro o i compagni a scuola…       beato te. Sei molto simpatico ma ciò non significa che tu sia comico. Buster Keaton diceva:

«Un simpatico fa cose divertenti, ma il comico fa divertenti le cose».

Costruire un’esibizione comica è, apparentemente, la cosa meno divertente che esista. Detto così è agghiacciante, lo sappiamo. Ma far ridere presuppone di immergersi nella realtà che si vive (che spesso non ha nulla di divertente) e trovarne il lato comico.

In questo workshop, grazie ad immagini e aneddoti, cenni storici e citazioni, faremo un viaggio nella storia della comicità, anche meno conosciuta o dimenticata, e nella Storia del nostro Paese.

Le tre giornate di lavoro, durante le quali saranno sempre presenti tutti e tre i docenti, saranno incentrate sulla scrittura di un pezzo comico e sulla messa in scena dello stesso.

Dopo una panoramica sulla Storia della comicità per trovare suggestioni, affinare la tecnica e scovare strumenti utili alla stesura del pezzo e alla costruzione del personaggio, affronteranno i seguenti argomenti:

Come comincio a scrivere? Come posso scrivere un pezzo comico che sia adatto a me, che parli di me? Dove trovo le fonti, gli spunti gusti?

Ci concentreremo quindi sulla scelta dell’argomento di cui parlare, l’identificazione del personaggio che parla anche se il pezzo è autobiografico, delle sue caratteristiche fisiche, l’analisi del testo, il focus drammaturgico, l’obiettivo dell’attore e del personaggio, l’identificazione del destinatario, del tono e dello stile, l’identificazione del climax e dei ritmi.

L’ultimo passo prevede la messa in scena, davanti a un pubblico, del testo prodotto durante i primi giorni di workshop.

Alcune ore del workshop saranno dedicare palla “Preparazione al provino di commedia tramite self tape”.

È infatti abitudine sempre più consolidata dai casting, (considerato anche il periodo storico che stiamo vivendo), proporre agli attori self tape invece dei provini vis a vis. 

Ma come si sceglie l’inquadratura? Come si imposta l’illuminazione del set? Che sfondo devo avere dietro le mie spalle? Dove posiziono il mio interlocutore? Come mi vesto e come mi trucco? 

Una volta girato il self tape, come devo montare il mio video? Cosa devo scrivere in apertura e chiusura di video? Devo scrivere qualcosa?

Per un attore che si candida a un provino ancora più importante, prima di tutto questo, sarà riconoscere il genere del film da cui è tratta la scena del provino. Come faccio ad essere sicuro di quello che faccio se mi viene fornito solo lo stralcio di una scena? Se non conosco il titolo del film, la trama o il profilo del personaggio? 

Speriamo di avervi incuriosito! Ci auguriamo che parteciperete in tanti alla nostra proposta. Noi vi aspettiamo con la pancia piena, pronta a scoppiare di risate, che vogliate fare gli attori, i comici, o semplicemente che vogliate esercitare la vostra empatia, il vostro talento comunicativo.

Offriamo massima libertà e in cambio chiediamo massimo entusiasmo.

E’ preferibile che ciascun partecipante porti con sé al casting un pezzo brillante scritto di suo pugno, anche brutto.

Venerdi 21 maggio

Mattina: 

  • Incontro preliminare. «Perché siamo qui?»
  • Presentazione e introduzione alla Commedia.

Pomeriggio:

– Stesura del testo comico.

Sabato 22 maggio

Mattina: 

  • Lavoro sul testo;
  • Definizione del testo comico;

Pomeriggio:

  • Preparazione al provino di commedia tramite self tape;
  • Partecipazione all’incontro con comico di rilevanza nazionale.

Domenica 23 maggio

Mattina

– Lavoro di messa in scena.

Pomeriggio

 – Restituzione al pubblico del lavoro prodotto durante i tre giorni di workshop.

MATTEO CESCA

Matteo Cesca è nato a Lucca nel 1985.  Il suo debutto sul palco avviene nel 2004 e da allora la passione e la dedizione per questa attività non si è mai esaurita. Matteo esprime il suo talento esibendosi ed interpretando monologhi comici e spettacoli di cabaret. Con lo show “Comico Ergo Sum”, svoltosi nel 2011, conquista per la prima volta il celebre Teatro del Giglio di Lucca, tutto esaurito per l’occasione. Dall’ottobre del 2011 fa parte dello Zelig Lab di Livorno, e ben presto ne diventa un punto di forza.  Sempre nel 2011 viene visionato e selezionato dalla RAI che lo fa debuttare nel programma “Di Che Talento Sei?” di Maurizio Costanzo ed Enrico Vaime in onda su Raiuno. A Maggio, dopo una selezione a livello nazionale, si aggiudica il primo posto tra i dieci disponibili per il Laboratorio Rai di Roma, davanti ad una giuria composta, tra gli altri, da Pippo Baudo e Maurizio Costanzo. La partecipazione al laboratorio gli offre la possibilità di prendere parte, con uno dei suoi personaggi, al programma “Uno Mattina Caffè”. Nel Luglio 2012 Matteo si esibisce sul palco del “Summer Festival” coinvolgendo, per oltre un’ora, le tremila persone presenti con i suoi monologhi, alcuni dei quali preparati per l’occasione. Nel Settembre 2012 Matteo entra a far parte della squadra di comici del programma “Metropolis”, condotto da Omar Fantini e Melita Toniolo, in onda Sky Comedy Central. Nel Maggio 2013 debutta, presso un Teatro del Giglio nuovamente al completo, il nuovo spettacolo “Novantacinque La Minima” che viene replicato durante l’estate 2013 in piazze gremite, feste, ed eventi. Un successo di pubblico sempre crescente e così, dopo aver partecipato a diverse selezioni Matteo viene selezionato ed entra a far parte del cast della nota trasmissione televisiva comica “Colorado Cafè” in onda su Italia Uno, dove è il più giovane monologhista nel cast. Nel luglio 2014 è tra i comici di “Commedy on the beach” in onda su Sky Comedy Central, insieme ad artisti come Giobbe Covatta, Giovanni Cacioppo e Dario Cassini. Nell’estate 2014 lo vediamo aprire gli spettacoli di Giuseppe Giacobazzi nel suo tour “Del mio meglio” in molte città italiane e parallelamente continua a portare in giro il suo ultimo show. Nel 2015 porta in scena “è bravo ma non si applica” uno spettacolo che raccoglie pezzi di repertorio e monologhi inediti. Nel 2015 sul palco di Riccione il Deejay on stage, contest organizzato da Radio Deejay vince nella categoria comici, aggiudicandosi una collaborazione con la prestigiosa radio. Nell’estate del 2015 è finalista nel concorso nazionale di Cabaret “città di Martina Franca”. Nell’ottobre del 2015 partecipa con due monologhi al programma “Ciao belli” di Radio Deejay. Sempre ad ottobre partecipa al programma “tu si que vales” in onda su canale 5, con un monologo, ricevendo il consenso dei tre giudici, Maria de Filippi, Rudy Zerbi e Gerri scotti e riscuotendo un grande successo con la giuria popolare. Nel Dicembre del 2015 porta in scena il suo nuovo spettacolo dal titolo “Onestamente”. Ancora una volta è un lungo monologo comico, un “one man show”, di un’ora e mezza tutto da ridere. Nella primavera del 2017 partecipa su LA7 al talent comico “Eccezionale Veramente”, una gara ad eliminazione dove i comici sono giudicati da una giuria composta tra gli altri da Selvaggia Lucarelli, Diego Abatantuono e Paolo Ruffini. Matteo, con i suoi monologhi, riesce ad arrivare fino alle semifinali. Ad autunno del 2017 MUKKI lo sceglie come attore per il proprio spot televisivo in onda su tutte le tv regionali e come testimonial dell’intera campagna pubblicitaria. Da Marzo 2018 è tra i comici del nuovo programma radiofonico di Marco Baldini, “Teste di Calcio” su RMC Sport Network. A Febbraio 2019 vince il Festival Nazionale di cabaret “Facce di Bronzo” a Reggio Calabria, vincendo anche il premio come miglior testo e il premio della critica. Parallelamente al suo percorso di comico, Matteo è anche sceneggiatore per cortometraggi e lungometraggi cinematografici, come “Ti stavo aspettando” cortometraggio del 2019. Sempre nel 2019, scrive con Adriana Lavoretti una serie tv del genere dramedy (Drama e Comedy insieme), dal titolo “GIANNA BE GOOD” . Nel 2020 inizia la collaborazione con il giornale online “Lo Schermo” per cui cura una rubrica comica dal titolo “Lo scherno”. Nel 2020 è ospite nel programma di calcio su canale 50, “50 Football club” con uno dei suoi personaggi comici. Sempre nel 2020 è nuovamente testimonial dello spot nazionale MUKKI, che lo vede anche come co-autore dello spot. Matteo è autore unico dei suoi monologhi e dei suoi spettacoli.

VANNI BALDINI

Vanni Baldini, classe 1984, è attore ed autore.

Ha partecipato a svariati programmi televisivi e radiofonici come “Che tempo che fa”, “Don Matteo”, “Techetechetè” e “Programmone”.

Collabora da diversi anni con Nino Frassica.

E’ conduttore e co-direttore artistico del Wag Film Festival.

Come autore ha scritto il libro comico “Casi Umani Casi Vostri” e la collana satirica, in coppia con Adriano Bonfanti, “MIT – Molotov In Tasca”.

P.S. Ma tutto questo lo ha affermato lui. Quindi potrebbe non corrispondere a verità.

CHIARA SPOLETINI

Chi sono io? Quante volte me lo sono chiesto… Con che diritto sono qui? Anche questo me lo domando spesso. Vabbè, vi racconto quello che faccio, mi pare una mossa determinata e decisamente più concreta. Sono apparentemente attrice e regista. E’ insomma con questo lavoro che mi pago da vivere. Certo, incremento il “fatturato” col mio lavoro di Reader alle sceneggiature per un’agenzia di Cinema, così riesco ad arrivare più serenamente alla fine del mese.Poi mi occupo di regia live per certi congressi medici, ma questa è un’altra storia, o meglio, un’altra me.Mi laureo nell’ormai lontano 2010 presso l’Università di Roma La Sapienza in Arti e Scienze dello spettacolo, (dove, resto fermamente convinta, sia giusto a fine corso consegnare due lauree, una per Ambientazione in luogo ostile e una per l’indirizzo di laurea scelto). E poi conseguo (bella parola “conseguo”, rende l’idea, racconta l’impegno, l’inseguire con fatica un “sogno”, permette di visualizzare bene l’immagine di inseguire un sogno con la vaga speranza di vederlo realizzato. Molto vaga) il Master di Specializzazione in Drammaturgia e Sceneggiatura presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma. Dopo molti, troppi anni in radio e in teatro, ho l’occasione (finalmente, era ora) di apparire sul grande schermo nei film “Ti presento Sofia” con Fabio De Luigi e Micaela Ramazzotti e “Cambio tutto” con Valentina Lodovini. Sono inoltre protagonista di due serie tv, “Maxi il grande processo alla mafia” e “Roudy on tour”, una serie per ragazzi nella quale do sfogo a tutta la mia follia (creativa). Sono ideatrice e protagonista del “fenomeno” (è un modo di dire eh… niente di “fenomenale” davvero) social Chiara e Stefez (parodia Epic fail, poco “epic” e molto “fail” della coppia Ferragni/Fedez), potete trovarla a questo indirizzo qui: https://www.instagram.com/chiaraestefez/ e sono pure autrice di Satira Co lage, sotto lo pesudonimo segreto segretissimo di Claire Collital, suona bene no? A questo indirizzo: https://www.instagram.com/claire_collital/https://claire-collital.webnode.it/digital-collages/ Sono autrice e regista di diversi spettacoli teatrali tra i quali “D5, Pantani. Storia di un capro espiatorio” (in tournee dal 2015 con il Giro d’Italia, che prima di questo spettacolo non sapevo neanche cosa fosse),“Mammalucco Opera pop”, lo so “opera” è un termine “tronfio”. Ho detto “tronfio”. Nel senso che sembra tirarsela, ma non è così, ci stava bene e basta, “Shottery road”, “La resa dei conti” ed “IoCammino”. Basta, lo giuro. Per ora. L’aver vinto qualche premio come attrice e drammaturga mi consente di credere ancora in me, per questo continuo imperterrita a scrivere e recitare, sperando nel famoso e tanto ambito “grande salto”, anche detto “botta di… FORTUNA”! Questa frase mi piace, non è mia ma può essere di grande ispirazione. Credo. Perciò ve la butto lì. Il comico si nasconde ovunque. Anche nel dramma più tragico.  Volete fare i comici?  Cavoli vostri.

Comments are closed.

X